Come dipingere le bolle di sapone

Le bolle di sapone affascinano da sempre sia grandi che piccini, ed è possibile prepararle in casa propria con la tecnica fai da te, grazie al semplice impiego di detersivo per piatti concentrato, sciolto in una ciotola con acqua.
Il mondo dell’arte è così vario che offre delle particolari tecniche, come appunto quelle che permettono di dipingere proprio le bolle di sapone.
Si tratta di una facile pratica, molto bella, oltre a come si fanno le bolle di sapone, dunque, è sicuramente divertente conoscere questa originale tecnica.
Occorre disporre di una tovaglia cerata, bolle di sapone, coloranti alimentari, colori a secco, colori a tempera, acqua, detersivo per i piatti, grandi cartoncini bianchi, fogli di carta bianchi.
Dopo aver preparato barattolini di bolle di sapone,, occorre porre sul piano di lavoro della pittura a tempera colorata, realizzata la base, si può iniziare con la preparazione degli ingredienti per dipingere con le bolle di sapone. Bisogna mescolare un po’ di colori a tempera con le bolle di sapone, i migliori risultati si avranno usando colori vivaci quali il rosso, il verde, il blu oppure il giallo.
E’ importante non esagerare con i quantitativi di colore, occorre un cucchiaio. Bisogna poi prendere dei grandi fogli di carta oppure anche dei cartoncini grandi con almeno un metro di lato. Fatto questo, bisogna posizionarli in verticale, sfruttando qualunque tipologia di supporto come un albero in giardino sui fili dove si stende il bucato.
E’ il momento ora di avvicinarsi ai cartoncini o ai fogli di carta stesi e soffiare le bolle di sapone colorate che andranno ad infrangersi sul cartoncino rilasciando chiazze di colore. Più saranno i colori e più bello e sicuramente divertente sarà l’effetto ed anche il risultato.
Coinvolgere i bambini
Ovviamente quest’attività divertente è bella da poterla svolgere con l’aiuto dei più piccoli che si cimenteranno a dipingere le bolle con i loro genitori o fratelli maggiori e scopriranno una tecnica a loro sconosciuta che li permetterà di realizzare qualcosa di fantasioso e creativo con le loro mani.

Stasera in tv torna Tale e quale show

Giunto ormai alla sesta edizione, “Tale e quale show” torna stasera in TV su Rai 1 alle 21.15. Il mattatore Carlo Conti sarà, come sempre, alla guida di questo programma che, con la sua forma ben collaudata, è pronto per l’ennesimo successo. 12 nuovi concorrenti ed una giuria in parte rinnovata: la veterana e sempre amata Loretta Goggi sarà affiancata quest’anno dall’istrionico Enrico Montesano e dal romanissimo Claudio Amendola.

Tre grandi protagonisti della tv, del teatro e del cinema, dunque, giudicheranno quest’anno i concorrenti che si cimenteranno nel canto e nelle imitazioni. Tra loro, volti più o meno noti dello spettacolo. I due giovani reduci dai talent Deborah Iurato e Davide Merlini, certamente dotati di una notevole voce, dovranno scontrarsi con l’esperienza canora di Silvia Mezzanotte e Bianca Atzei e con un’altra grande voce, ovvero quella di Leonardo Fiaschi, che con le sue imitazioni ha preso in castagna anche molti vip. Riuscirà Fatima Trotta a far fruttare la sua esperienza accanto ad Elisabetta Gregoraci nella conduzione di “Made in Sud”, trasmissione in cui ha fatto da spalla a molti comici? Certamente Vittoria Belvedere, con la classe che la contraddistingue, saprà regalarci grandi interpretazioni; come, del resto faranno la ballerina Lorenza Mario e l’eclettico Sergio Assisi. C’è anche un reduce dal Bagaglino nel cast; Manlio Dovì ci stupirà certamente, magari proponendoci un Francesco Cossiga cantante. Questa edizione di “Tale e quale show” ospita anche due nomi che mancano da un po’ in TV: Tullio Solenghi, che con le scenette del trio ha fatto ridere tutta Italia ed Enrico Papi, presentatore simpatico e sempre in grado di stupire il pubblico.

Dunque, tutti pronti stasera a fare il tifo per i vostri beniamini e, perché no? a prenderli anche bonariamente un po’ in giro: questa trasmissione, infatti, mette a nudo i concorrenti, che si prestano a mettersi in gioco nelle imitazioni, nel canto e nel ballo, anche se non sono le loro specialità.

Filo rosso unisce il Vesuvio al monte Fuji

Anche quest’anno, nei giorni 23-24-25 Settembre 2016, un filo rosso unisce il Vesuvio al monte Fuji. Un filo rosso che ripercorre a ritroso il sorgere del giorno e fonde il Sol Levante nello skyline del golfo più bello del mondo.
E’ il Festival dell’Oriente che ritorna dopo il grande successo dell’edizione 2015 e riporta con sé tutti i sapori, i colori, le musiche, la cultura, la magia dell’oriente che sempre più stupisce e attrae le fantasie e le curiosità occidentali. Un avvenimento che promette di essere ancora più coinvolgente della prima edizione, già straordinaria per affluenza e varietà, e che nel 2016 si propone di arricchirsi ancor di più.
Una tre giorni ricca di spettacoli folkloristici di gran fascino, di padiglioni culturali e gastronomici; aree interattive, punti di ristoro e tanto altro ancora, tutto realizzato, come nella precedente edizione, presso la Mostra d’Oltremare .
Gli orari andranno dalle ore 10:30 fino alle ore 23:00 ma, per godere di un Weekend indimenticabile consigliamo di prenotare hotel e B&B a Napoli Centro, prima del tutto esaurito, per tutta la durata della fiera.
Insomma cari amici, segnate in rosso il weekend che va da venerdì 23 a domenica 25 e tuffatevi alla scoperta di India, Cina, Giappone, Thailandia, Corea del Sud, Indonesia, Malesia ,Vietnam, Bangladesh, Mongolia, Nepal, Rajasthan, Sri Lanka, Birmania, Tibet e tanti altri paesi ricchi di fascino e mistero.
Arricchite la vostra cultura con conferenze, mostre fotografiche e seminari sulle filosofie orientali; divertitevi assistendo ai concerti, alle danze e alle esibizioni delle arti marziali; degustate i sapori più vari delle infinite prelibatezze etniche; rilassate i vostri corpi sperimentando gratuitamente decine di terapie tradizionali quali yoga, ayurvedica, fiori di bach, thetahealing, meditazione, spazio vegano, reiki, massaggi, ci kung, tai chi chuan, shiatsu, tuina, bio musica, rebirthing, integrazione posturale etc…
Napoli e l’Oriente vi aspetta. Non mancate.

Anticipazioni Tempesta d’amore: episodio musicale per i 10 anni della soap!

L’episodio numero 2305 di “Tempesta d’amore” è davvero particolare. Si tratta dell’episodio che festeggia il decimo anniversario della serie e i più fedeli fan dell’hotel “Fürstenhof”, naturalmente non possono davvero perderlo! In Italia bisognerà aspettare ancora un po’ per vederlo in onda, ma sul sito della soap tedesca è disponibile in versione integrale fino a una settimana dopo la trasmissione in tv.
Per il decimo anniversario la telenovela Tempesta d’amore si copre di una luce del tutto speciale: infatti si tratta di un episodio musicale in cui il cast di “Tempesta d’amore” scivola anche in ruoli completamente nuovi. I poteri magici della coppia sogno della undicesima stagione, Luisa e Sebastian, rendono possibile la magia di musica e canto, in un episodio unico e indimenticabile. Per Alfons Sonnbichler (Sepp Schauer), capo facchino dell’albergo a cinque stelle “Fürstenhof” l’ipnosi è una sciocchezza assoluta ma Sebastian Wegener (Kai Albrecht) in realtà lo ha messo in uno stato di trance.
Il risultato è che improvvisamente Alfons si ritrova nell’episodio numero 2305 come direttore della struttura, e in un mondo completamente esagerato, dove si vivono il canto e il ballo con passione! il matrimonio di Alfonso è in rovina, l’hotel è nelle sue mani e poi si profila ancora all’orizzonte il suo amore d’infanzia e di tutta una vita Hildegard, che vuole conquistare il cuore del re del “Fürstenhof”. Bea Schmidt è il produttore della serie “Tempesta d’amore” dal 2005, insieme con l’autore il Dr. Peter Süß .
I due si dichiarano orgogliosi di essere riusciti non solo a realizzare una serie tedesca di così ampio successo anche oltre i confini nazionali, ma soprattutto di aver prodotto un episodio musicale che è una miscela perfetta di ciò che conta in Tempesta d’amore: passione, dramma ed emozione. Dopo la trasmissione del primo episodio nel 2005, erano stati inizialmente pianificati soltanto 100 episodi della telenovela. Ma l’enorme successo popolare della serie fece in modo che si girassero moltissimi altri episodi, fino a raggiungere quota 2000 episodi e oltre.
Fonte: http://anticipazioni.org/

I conti deposito di Rendimax

In un panorama finanziario che non riesce più ad offrire rendimenti consistenti per i risparmiatori, imbattersi in conti deposito in grado di proporre oggi tassi di interesse superiori al 2% è un evento raro: l’effetto delle politiche monetarie, combinato con la deflazione e le sofferenze bancarie, non consente agli utenti di accedere a prodotti con i quale realizzare profitti tali da giustificare l’investimento. I prodotti di Rendimax dedicati al deposito costituiscono quindi una piccola boccata d’ossigeno per chiunque intenda far fruttare delle somme di denaro, anche nel breve o medio termine. Vediamo qui di seguito il perché.

Rendimax si distingue per offrire non solo tassi d’interesse superiori alla media attuale, ma anche per associare i suoi conti deposito a soluzioni particolarmente flessibili, con le quali è possibile accedere ai rendimenti anche in maniera anticipata. Con il conto “First” si possono infatti ritirare in anticipo gli interessi maturati su somme di importo minimo di 1000 euro, con un tasso d’interesse dell’1% lordo al primo mese, che sale fino ad un massimo di 1,8% se il capitale viene vincolato per 2 anni. Scegliendo invece la formula “Top”, caratterizzata dalla liquidazione posticipate degli importi maturati, si potrà beneficiare di un tasso d’interesse massimo di 2,60% lordi per vincoli di 5 anni.

Sono anche disponibili conti deposito vincolati a 3 e 4 anni, con dei rendimenti rispettivamente del 2,15% e 2,30% lordi, ai quali non devono essere aggiunte spese dell’imposta di bollo, che verranno coperte dalla banca. Selezionando questa opzione, si potranno ritirare gli interessi ad ogni trimestre: ipotizzando di depositare 10 mila euro con la formula più proficua, ossia il conto Top vincolato a 5 anni, ogni anno si potranno ritirare 961 euro in quattro frazionamenti nell’arco dei 12 mesi, in virtù di un tasso netto dell’1,92%. Nel sito di Rendimax sarà possibile calcolare rapidamente i potenziali rendimenti associati ad ogni soluzione (sia vincolata che libera, optando per i conti “Like” e “Libero”), impostando l’entità della somma che si intende versare e la durata del deposito. Sempre nel sito, si troveranno anche i dettagli circa i conti deposito qui illustrati, oltre ai contatti per richiedere assistenza dalla banca.

Per maggiori info: http://www.ilmigliorcontodeposito.com/rendimax/